ORA

 

Osserva, respingi e agisci: Ora a teatro                                                     

Nasce da un’idea del Tarì il nuovo lavoro teatrale di Salvatore Totaro, dall’8 marzo al teatro Teder di Napoli

Giunge a Teatro l’ampia campagna di informazione e sensibilizzazione promossa dal Centro orafo il Tarì contro la violenza, intitolata Osserva, Respingi e Agisci ORA.

Le tre parole-chiave simbolo di questa importante iniziativa diventano infatti una pièce teatrale, opera di Salvatore Totaro, attore e drammaturgo napoletano, che qualche mese fa ha colto l’invito del Tarì a trasferire sul palco la drammaticità del tema.

Il lavoro teatrale di Totaro si colloca nell’ambito delle numerose iniziative in contrasto alla violenza di genere promosse dal Tarì da novembre 2023, impegno fortemente sostenuto dal Presidente del Centro orafo Vincenzo Giannotti.

Iniziative che in questi mesi hanno raccolto il consenso e il supporto delle più alte istituzioni del territorio, tra cui l’Arma dei Carabinieri, che ha contribuito a registrare presso lo Studio Tarì uno spot informativo sulle principali azioni per prevenire e segnalare episodi di violenza, diffuso su tutti i canali di informazione del Centro. A questa si sono aggiunte numerose ulteriori azioni concrete: interviste a giovani e imprenditori, distribuzione in molte aree del Centro orafo di cassettine per la segnalazione nell’anonimato di forme di abuso o di stalking, fino alla distribuzione di oltre 6.000 spillette con il messaggio della campagna. 

“Siamo di fronte ad una vera e propria emergenza sociale – spiega il presidente Giannotti – . Sono convinto che il tema della violenza richieda un approccio globale, non più soltanto limitato alla violenza di genere, ma ad ogni manifestazione di violenza, sempre più diffusa, in modo particolare, tra i giovani. Per questo motivo, mi auguro che questo lavoro teatrale, che condensa storie drammatiche ma soprattutto porta in evidenza contesti culturali da abbattere, abbia una diffusione ampia e sia motivo di dibattiti e di approfondimenti”.

“Ispirato a storie vere, ORA è una denuncia sociale, una storia che tutti hanno il bisogno e il dovere di ascoltare – dichiara Salvatore Totaro -. Perché dalla storia di chi ha sofferto, di chi ha subito, di chi non è riuscito a reagire a violenze fisiche e morali, si può imparare a svoltare pagina, attuando la giusta metamorfosi a questo mondo ormai anestetizzato da errate credenze radicate nella società patriarcale. “ORA” è una richiesta di aiuto, ma anche una spinta al cambiamento”.

Osserva, respingi e agisci sarà dall’8 al 10 marzo al teatro Teder di Napoli, per poi proseguire, nei prossimi mesi, in un programma di collaborazione con le principali scuole della Campania, con l’obiettivo di sensibilizzare sempre più i giovani sul tema.

 

Sostieni l'iniziativa, acquista il tuo biglietto su: https://www.etes.it/sale/calendar/101414/OSSERVA+RESPINGI+AGISCI

 

 

 

ORA


OSSERVA RESPINGI AGISCI
Il Tarì è una comunità numerosa di imprenditori, collaboratori, artigiani, studenti. Ogni giorno oltre 2.700 persone vivono il Tarì come luogo di lavoro e di relazioni. 

Di queste, oltre il 30% sono giovani donne.
In occasione della settimana di attivismo internazionale sul tema della violenza di genere, il Tarì si impegna in una campagna di sensibilizzazione evidenziando il ruolo attivo che tutti possono svolgere per contrastare la violenza di genere attraverso azioni semplici e tempestive e con il supporto delle Forze dell’Ordine. 

Per fare questo sono sufficienti 3 semplici azioni: 

OSSERVA
Osserva i segnali di avvertimento di una relazione tossica: gelosia, controllo, isolamento, manipolazione, rabbia. Pensa alle possibili conseguenze di violenza psicologica e fisica

RESPINGI
Rifiuta ogni forma di manipolazione, allontanati, tronca e fai troncare ogni relazione tossica. Manifesta apertamente contro la violenza. 

AGISCI
Parla con persone di fiducia, chiedi aiuto. Rivolgiti alle Forze dell’Ordine o chiama 1522.

Anche al Centro Orafo il Tarì è possibile lasciare una segnalazione o richiesta di aiuto, in una delle cassettine posizionata nelle toilette delle donne, in completo anonimato.

Le segnalazioni verranno inoltrate al Comando dei Carabinieri di Marcianise.

Numero Antiviolenza 1522 attivo 24h che accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.